Regolamento Pista Indoor

Regolamento d’uso

versione scaricabile

Articolo 1

Destinazione d’utilizzo dell’impianto

 

  1. L’utilizzo della pista indoor è consentito per la pratica dell’atletica leggera.
  2. Il presente regolamento disciplina la fruizione della pista per l’atletica indoor durante gli orari ufficiali di apertura.

 

Articolo 2

Accesso agli impianti

 

  1. L’accesso agli impianti e l’utilizzo dei medesimi sono riservati agli atleti tesserati alla FIDAL, con tessera in corso di validità, ai tecnici accreditati presso la FIDAL nonché a gruppi sportivi scolastici e ai loro insegnanti a cui sia stato concesso l’uso temporaneo degli impianti stessi.
  2. I minori sono ammessi agli impianti solo in presenza del proprio tecnico o istruttore responsabile.

 

Articolo 3

Necessità del titolo di accesso

 

  1. L’ingresso agli impianti è in ogni caso subordinato al possesso di un titolo di accesso rilasciato in conformità alle condizioni e disposizioni del presente regolamento d’uso.

 

Articolo 4

Condizioni di utilizzo degli impianti

 

  1. Gli utenti ammessi agli impianti svolgeranno l’attività all’interno degli stessi sotto la diretta responsabilità dei rispettivi allenatori, istruttori, insegnanti limitatamente agli orari, alle attività ed alle strutture d’uso concordate con i gestori dell’impianto.

 

Articolo 5

Regole di utilizzo delle aree sportive

 

  1. La corsa, gli esercizi di riscaldamento e tutte le attività prive di contenuto tecnico sportivo sono svolte lungo le aree perimetrali alla pista indoor.
  2. L’uso delle corsie è disciplinato come segue: dalla numero 1 alla 2 sono destinate agli ostacoli e le corsie dalla 3 alla 6 sono destinate alla corsa veloce.
  3. Le pedane e le attrezzature possono essere utilizzate esclusivamente per le attività sportive sotto il controllo di un allenatore responsabile. Al termine dell’allenamento le attrezzature vanno ricollocate al proprio posto. Qualsiasi danno all’attrezzatura utilizzata per gli allenamenti dovrà essere segnalato all’addetto dell’impianto e ove causato da un uso negligente da parte dei fruitori, il diretto responsabile del danno sarà tenuto al risarcimento dello stesso, congiuntamente alla società sportiva di appartenenza.

 

 

 

Articolo 6

Uso delle scarpe

 

  1. Le scarpe tecniche per la pista vanno calzate esclusivamente nell’area di gara e la lunghezza massima ammessa dei chiodi è di 6mm.
  2. E’ consentito l’uso della sala gara solo con calzature idonee, prive di tacchetti o di altre asperità che possano recare danno alla pista; inoltre le scarpe devono essere pulite, prive di fango.

 

Articolo 7

Divieto di segnala tura

 

  1. Nella pista indoor è fatto assoluto divieto di effettuare qualsiasi segnatura di riferimento su pista o pedane con gessi o similari. Per tali segnature ci si può avvalere esclusivamente di strumenti mobili specificatamente idonei a tale scopo.

 

Articolo 8

Deposito dei beni personali e delle attrezzature sportive

(indumenti ed altri oggetti)

 

  1. L’Amministrazione Comunale ovvero il gestore dell’impianto, non è responsabile degli indumenti, oggetti e valori lasciati nell’impianto sportivo né è responsabile delle attrezzature e dei beni temporaneamente depositati nei locali dell’impianto dai fruitori dello stesso, siano essi persone fisiche o società sportive.
  2. Né il Comune, né il concessionario gestore degli impianti potranno essere chiamati a rispondere per sottrazione, danni o altri inconvenienti verificatisi in conseguenza dell’inottemperanza delle disposizioni stabilite nel presente articolo.

 

Articolo 9

Uso diligente degli impianti e responsabilità per danni

 

  1. I frequentatori della pista indoor sono obbligati ad osservare la massima diligenza nell’uso di locali, spogliatoi, docce, servizi igienici, arredi, attrezzi e quant’altro presente nell’impianto, in modo che sia mantenuta l’ottimale fruibilità degli stessi.
  2. Chiunque provochi un danno all’impianto sportivo, ai suoi apparati tecnici e tecnologici ed alle sue attrezzature è obbligato al relativo risarcimento.
  3. Del danno rispondono in solido i singoli atleti e fruitori dell’impianto e la società, associazioni ed enti a cui gli stessi appartengono.

 

Articolo 10

Obbligo di sorveglianza sul corretto uso dell’impianto posto a carico di allenatori istruttori, responsabili di gruppi

 

  1. Sugli allenatori, insegnanti, istruttori e responsabili di gruppi incombe l’obbligo di sorvegliare sull’osservanza dei divieti e delle altre disposizioni vigenti in materia d’uso dell’impianto, delle norme di sicurezza e delle regole di comportamento proprie dello sport e dell’etica sportiva.

 

 

 

 

Articolo 11

Sospensione dell’attività per manifestazioni

  1. In caso di manifestazioni ed eventi all’interno dell’impianto, la direzione provvede a darne comunicazione preventiva mediante l’esposizione al pubblico di apposito avviso all’albo dell’impianto. In tali occasioni gli allenamenti saranno sospesi.